Mutuo per casa all’asta: tutto quello che devi sapere


mutuo per casa all'asta

Cosa sapere per comprare casa all’asta con mutuo.

L’acquisto di una casa tramite asta immobiliare può essere una buona occasione, perché generalmente il prezzo dell’immobile è inferiore a quello di mercato, ma anche perché è possibile chiedere un mutuo per casa all’asta.

Tuttavia non molti acquirenti sanno come comprare casa all’asta con mutuo e anche il ricorso alle aste è sempre meno frequente tra chi compra casa. Il motivo principale risiede nel calo del valore commerciale degli immobili all’asta: si tratta spesso di abitazioni dal prezzo inferiore ai 100 mila euro che, una volta venduti all’asta, non garantirebbero comunque il rimborso del debito da parte di chi ha sottoscritto l’ipoteca. Per questo motivo le banche preferiscono utilizzare il saldo e stralcio per poi vendere l’immobile sul mercato, senza passare dall’asta, così da permettere al debitore di ripagare più facilmente il debito.

Ad ogni modo, per chi vuole risparmiare sull’acquisto di un’abitazione, sapendo scegliere alle aste potrà trovare delle vere occasioni, anche non disponendo subito di tutta la liquidità necessaria a finalizzare l’acquisto. Si può in questo caso chiedere un mutuo per comprare casa all’asta. Ma come funziona il mutuo per casa all’asta? Quale procedura deve seguire il futuro mutuario?

Per trovare risposta a queste domande, leggete il seguito del nostro articolo. Troverete un approfondimento utile su aspetti riguardanti:

  • il funzionamento di un’asta immobiliare;
  • spese notarili in caso di aggiudicazione;
  • chiedere mutuo per comprare casa all’asta;
  • come ottenere il mutuo per casa all’asta;
  • quando il mutuo non viene erogato.

Come funziona un’asta immobiliare

Le aste immobiliari giudiziarie vengono organizzate dai tribunali all’interno delle procedure esecutive con l’obiettivo di rimborsare i crediti di un debitore insolvente. Il bene viene pignorato e venduto all’asta al miglior offerente.

L’asta può svolgersi secondo due modalità: senza incanto e con incanto. Nella prima gli offerenti presentano le offerte in busta chiusa, includendo la cauzione che non può essere inferiore al 10% del prezzo proposto dall’offerente stesso. Le offerte devono essere superiori al prezzo base stabilito. Con più offerte presenti, il prezzo base dell’asta è definito dall’offerta più alta e si indice una gara tra i partecipanti. Se l’asta senza incanto non porta risultati, il giudice indice un’asta con incanto, che è una gara pubblica tra gli offerenti. La gara termina quando sono trascorsi almeno tre minuti dall’ultima offerta, senza che nessuno abbia rilanciato il prezzo.

Chiunque può partecipare a un’asta immobiliare, ad eccezione del debitore insolvente. Le offerte possono essere presentate di persona o tramite mandatario munito di procura speciale. Il prezzo dell’immobile viene stimato da un perito nominato dal Tribunale ed è solitamente inferiore al prezzo di mercato, inoltre non si pagano i costi notarili o di mediazione. Gli acquirenti riescono così a realizzare un risparmio notevole.

Il saldo del prezzo deve essere effettuato solitamente da un minimo di 60 a un massimo di 120 giorni. Oltre al tempo, occorre versare la cauzione secondo le modalità indicate nel bando di vendita.

Spese notarili in caso di aggiudicazione

Se si è interessati all’acquisto di un’abitazione all’asta è bene sapere che oltre che sul prezzo di vendita è possibile risparmiare anche sulle spese notarili. Infatti quando un immobile viene venduto tramite questa procedura non è necessario rivolgersi a un notaio. Il decreto di trasferimento emesso dal giudice è infatti sufficiente per registrare l’atto di vendita e trasferire la proprietà dell’immobile all’aggiudicatario. Ne consegue, dunque, che per le aste immobiliari non sono previste spese notarili.

Chiedere mutuo per comprare casa all’asta

Per chi acquista casa all’asta è anche possibile richiedere un mutuo qualora non si disponga di tutta la somma necessaria per l’acquisto. Questo verrà erogato alle stesse condizioni dell’acquisto classico, usufruendo anche dei benefici fiscali nel caso si tratti della prima abitazione.

In passato era abbastanza difficile procedere all’acquisto di un immobile all’asta richiedendo un mutuo per via della difficoltà di far coincidere i tempi del Tribunale con quelli della banca, ma dal 2014 grazie all’accordo tra l’Associazione Bancaria e i Tribunali è stato possibile ottenere un finanziamento nei termini stabiliti per il pagamento del saldo prezzo.

Prima di chiedere un mutuo per casa all’asta è possibile consultare il sito abi.it dove si trova l’elenco degli istituti bancari convenzionati con i diversi tribunali. Si potrà quindi scegliere tra le banche che erogano mutui per casa all’asta quella che fa al caso nostro.

L’importo richiesto può coprire il 100% del prezzo di aggiudicazione dell’immobile, ma entro l’80% del valore dell’immobile certificato da perizia.

Come ottenere il mutuo per casa all’asta

Il mutuo per l’acquisto di una casa all’asta può essere richiesto allegando tutte le informazioni legate al reddito e alle garanzie del richiedente. In più, però, bisognerà allegare anche tutta la documentazione relativa al bando dell’asta a cui l’acquirente intende partecipare. Quindi, occorre fornire una copia del bando di partecipazione, la perizia sull’immobile e la relazione notarile preliminare. Se il mutuo non sarà sufficiente a coprire il costo dell’acquisto, il mutuario dovrà provvedere a coprire la parte restante con liquidi propri o richiedendo un prestito.

Anche il mutuo per casa all’asta può essere agevolato nel caso di acquisto prima casa, con gli annessi benefici fiscali.

In sintesi, dunque, in risposta alla domanda “posso comprare una casa all’asta con il mutuo”, ecco i documenti che chi intende richiedere il mutuo dovrà fornire alla banca:

  • il bando di partecipazione all’asta;
  • la documentazione anagrafica e reddituale;
  • la perizia redatta da un tecnico;
  • la Relazione notarile preliminare, se presente all’interno del dossier dell’immobile.

Dal canto suo, la banca fornirà il preliminare di mutuo per l’acquisto di un immobile all’asta: una scrittura privata sottoscritta tra il cliente e un funzionario della banca, sottoposto alla condizione dell’aggiudicazione e del successivo trasferimento del bene al mutuario.

Prima dell’inizio della vendita, l’istituto di credito comunicherà l’avvenuta delibera del mutuo e l’importo massimo finanziabile. L’importo richiesto verrà dunque erogato nei termini stabiliti per il pagamento del prezzo, mentre l’iscrizione dell’ipoteca concessa dalla banca sull’immobile avverrà contestualmente all’emissione del decreto di trasferimento da parte del Giudice del Tribunale.

Quando il mutuo non viene erogato

Quando si intende chiedere un mutuo per comprare casa all’asta è possibile stipulare un contratto preliminare di mutuo con l’istituto di credito, in cui si stabilisce che il finanziamento verrà erogato esclusivamente in caso di effettiva aggiudicazione del bene e del suo trasferimento al proprietario. La barca si impegna in caso di esito positivo ad erogare il finanziamento entro i termini fissati dal tribunale per il saldo del prezzo.

In caso venga meno l’aggiudicazione o l’effettivo trasferimento, il mutuo non viene erogato.

Source

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: